Alessandro Roma

alessandro-roma

Alessandro Roma gioca con i concetti di percezione dell’indefinito: se da una parte le sue opere si ricollegano ai temi classici della tradizione pittorica legata al paesaggio, dall’altra ne indagano i limiti e ne eludono le tecniche formali a favore di una continua fusione tra memoria e immaginazione.

La natura, tema d’elezione per Roma, è interpretata come luogo magico in cui avvengono continue e imprevedibili metamorfosi generate dall’imprevedibilità di una “libera” visione e al contempo dal tentativo di fissarle, dominandole, in nuove strutture formali. Indizi di forme naturali, non totalmente riconoscibili lasciano allo spettatore lo spazio per sempre nuove interpretazioni dell’immagine.

I suoi lavori tendono a  sollecitare  una speciale  forma di  catarsi  dell’occhio,  invitando chi guarda  a immergersi  in un personale labirinto  di  ricordi, riferimenti e suggestioni. Le immagini  conducono in una condizione tra sonno e veglia che potremmo definire trasognamento.

The following two tabs change content below.
Juliet Art Magazine is a contemporary art magazine

Rispondi