Appunti su Artefiera

Luigi Erba,Un Luogo sull altro, Savignano 1997-2007, stampa ai sali d'argento, courtesy Paola Sosio Contemporary

La fotografia protagonista di Arte Fiera. La trentanovesima edizione dell’appuntamento con l’arte moderna e contemporanea più importante del panorama italiano, ma non solo, si è conclusa anche quest’anno con un notevole incremento di affluenza di pubblico e ottimi risultati di mercato. Oltre ai numeri, un aspetto molto rilevante è stata la presenza ancora più costante del linguaggio fotografico, non solo nella sezione inaugurata nel 2014 in collaborazione con MIA Fair e curata da Fabio Castelli, ma in molte altre gallerie alcune delle quali hanno finalmente “osato” proporre anche delle opere video.

Come la C.A.M. di Istanbul che ha presentato Homogenic di Giuseppe Mastromatteo un lavoro fotografico accompagnato da un video in cui l’artista mette in evidenza una sequenza di otto sguardi contemplativi. I volti cambiano, ma gli occhi dei soggetti sono sempre gli stessi: stretti, neri e penetranti che nonostante non smettano mai di fissare nel vuoto lasciano allo spettatore un immenso senso d’infinito. Chi non abbandona l’analogico per proporre i suoi lavori è Luigi Erba (Galleria Paola Sosio Contemporary Milano): il rullino è impressionato con più scatti di un luogo, nel tentativo di carpirne l’essenza, quindi riavvolto e a volte lasciato giacere per alcuni mesi in frigorifero, indi riutilizzato e impresso in un altro ambiente creando Un luogo sull’altro, ovvero un luogo ambiguo fra reale e immaginario che trasmettono la tensione dell’uomo di trovarsi in un posto, ma sognarne un altro. Michal Macku (Galleria Paci Contemporary) dopo varie sperimentazioni in camera oscura è giunto ad una nuova tecnica: il gellage, nato dall’unione delle parole gelatina e collage. Macku manipola la gelatina della pellicola fotografica per trasferirla su carta, alla quale in una seconda fase aggiunge il vetro dando vita al glass gellage. Le sue fotografie-sculture grazie alla trasparenza e ai giochi di sovrapposizione assumono un particolare ed espressiva tridimensionalità.

Anche Davide Bramante (presente con la Galleria Aristocratic e con la Galleria Poggiali e Forconi) da anni ci regala grandi immagini in cui i ricordi, i pensieri, i sogni e le speranze si sovrappongono creando atmosfere uniche di New York, Seul, San Pietroburgo e Roma. Molto particolari e suggestivi gli Heros Margutta di Francesco Pergolesi (Galleria Riccardo Costantini): dodici ritratti di vita quotidiana realizzati in una delle via più belle di Roma immortalando nelle loro botteghe personaggi meravigliosi che sembrano aver fermato il tempo. A prima vista sembrano una copia di due still di Fino all’ultimo respiro di Godard e invece sono quadri olio su tela gli affascinanti The Space di Girbent (Galleria Horrach Moya di Palma de Mallorca).

Fra i video: l’australiano Shaun Gladwell (Galleria Astuni) che dopo un infortunio che gli ha impedito di diventare uno skateboarder professionista ha continuato la sua ricerca poetica del concetto di equilibrio attraverso l’uso non convenzionale della telecamera; l’animazione del gruppo italiano Lemeh42 (Galleria Ariete); e la raffinata l’istallazione Amor di Eulalia Valldosera (Galleria Trisorio) con una delicata proiezione che appare dietro a un vaso con una rosa rossa che diventa parte integrante dell’immagine. Hanno infine riscosso moltissimo interesse le istallazioni di Sugiyama Kenji Institute of Intimate Museums – Mirror Mirror (Galleria Marella) dove attraverso lo specchio si crea nello spettatore un disequilibrio tra immagine dello spazio e dell’opera d’arte che lo riporta al suo passato e alle sue esperienze personali.

Luigi Erba,Un Luogo sull altro, Savignano 1997-2007, stampa ai sali d'argento, courtesy Paola Sosio Contemporary

Luigi Erba, Un Luogo sull altro, Savignano 1997-2007, stampa ai sali d’argento, courtesy Paola Sosio Contemporary

Girbent,-The-Space,-olio-su-tela

Girbent, The Space, olio su tela

Eulalia-Valldosera,-Amor,-istallazione-luminosa-con-vaso,-rosa-ed-animazione-video

Eulalia Valldosera, Amor, istallazione luminosa con vaso, rosa e animazione video

Sugiyama-Kenjii,-Institute-of-Intimate-Museums---Mirror-Mirror-,-dettaglio-mixed-media

Sugiyama Kenjii, Institute of Intimate Museums Mirror Mirror , dettaglio mixed media

The following two tabs change content below.
Juliet Art Magazine is a contemporary art magazine

Ultimi post di julietartmagazine (vedi tutti)

1 Comment

  1. Un prospettiva originale della fiera, molto piacevole. Complimenti!

Rispondi