• Recensioni
  • Olivo Barbieri. Il paesaggio contemporaneo tra realtà e virtualità

    Senza titolo-1 copia

    Per la 42esima edizione di Arte Fiera Bologna 11 gallerie sono state invitate a presentare mostre monografiche di artisti meritevoli di uno sguardo più approfondito nella sezione Modernity, segmento della Main Section concepito come percorso d’eccellenza e come valorizzazione del coraggio dei galleristi che hanno aderito alla proposta. GUIDI&SCHOEN dedica questo spazio a Olivo Barbieri […]

  • Recensioni
  • BBQ BOLOGNA: un nuovo circuito di sinergia creativa tra spazi autonomi

    Senza titolo-2

    Il primo week end di febbraio a Bologna è l’appuntamento più atteso per gli appassionati di arte contemporanea: Arte Fiera catalizza un vasto pubblico di addetti ai lavori, artisti, collezionisti e curiosi che, come ogni anno, saranno sopraffatti da una miriade di proposte istituzionali (afferenti al progetto ART CITY), private (POLIS), a cui si aggiungono […]

  • Recensioni
  • David Medalla. Locus Solus. Omaggio ad Arthur Rimbaud

    Senza titolo-1 copia

    Tra settembre e ottobre David Medalla è stato ospite della Galleria Enrico Astuni per preparare la mostra  Locus Solus. Omaggio ad Arthur Rimbaud a cura di Lorenzo Bruni che si è inaugurata il 2 dicembre. L’artista ha realizzato appositamente per la galleria una nuova serie di opere concepite come una sorta di diario interiore in cui rifluiscono le ispirazioni dal […]

  • Studio
  • Sara Lorusso. Esistenzialismo 2.0

    Senza titolo-1 copia

    Sara Lorusso (Bologna, 1995) ha studiato fotografia presso Spazio Labò e attualmente è iscritta all’Accademia di Belle Arti dove frequenta il corso di fotografia, cinema e televisione. La sua ricerca artistica, che spazia dall’immagine analogica a installazioni che stimolano l’interazione dello spettatore, indaga le molteplici possibilità di comunicazione e fraintendimento generate dai nuovi linguaggi multimediali […]

  • Recensioni
  • Emilio Vavarella. RE-CAPTURE: Room(s) for Imperfection

    vavarella cover copia

    Da sempre l’umanità convive con entità di altro genere: animali, oggetti, elementi, convenzioni, credenze, concetti, idee. Dal Ventesimo secolo in poi, anche con sistemi, processi e macchine che hanno ampliato la rete relazionale su cui si fonda l’esistenza collettiva rinegoziando la prospettiva antropocentrica con cui l’essere umano tende ad approcciarsi al mondo.