Carlo Alberto Rastelli

IMM 2 C.A.R

Carlo Alberto Rastelli, pittore parmense forgiatosi a Brera, è capace di dare vita a ritratti e paesaggi a metà tra iper-realismo e immaginifico. Affascinato da suggestioni visive – e non solo – eterogenee, quali la pittura di Lucian Freud e i fondi dorati di Klimt, i primissimi piani di Sergio Leone e i personaggi bestiali dei romanzi di Irvine Welsh, fino ai Simpson e all’influsso musicale dei Radiohead, Carlo attua una rilettura contemporanea e totalmente personalizzata di questi due topoi classici della storia dell’arte.

Carlo Alberto Rastelli, Salt lake Misurina, 2011, olio si tela, 40×100 cm
 

I ritratti si distinguono per la deformazione grottesca e allucinante, quasi caricaturale, dei volti. I tratti fisionomici dei personaggi delle sue tele, modellati a partire dalle fattezze dei suoi amici, infatti, si contraggono e dilatano in smorfie esagerate a tal punto da sembrare innaturali. La scelta dei colori attraverso i quali plasma la pelle e il contrasto netto tra figura umana e campiture astratte e texture geometriche che costituiscono lo sfondo e gli altri elementi dei dipinti contribuiscono a trasfigurare i soggetti ritratti (“gli amici”) in creature aliene, più simili ai protagonisti di un cartoon che a quelli della vita reale.
Nei paesaggi la figura umana scompare totalmente per lasciar spazio ad una natura fantascientifica, diremmo quasi onirica, nella quale l’artista attraverso prospettive grandangolari materializza desolati scenari post atomici, che ricordano le atmosfere dei romanzi di Philip K. Dick e James Ballard e al contempo i paesaggi romantici di Friedrich e Turner.
Carlo Alberto, che dal 2007 lavora come assistente presso lo studio dell’artista Dany Vescovi, ha partecipato a mostre collettive in Italia e all’estero, ha conseguito diversi premi e nel 2011 è stato protagonista di due mostre personali, una a Milano e una nella sua città natale.
Finalista al premio Arte 2013, facciamo il tifo per lui.

Carlo Alberto Rastelli, That great chicken house in the sky, 2011, olio, acrilico, folgia oro e rame su tela, 80×180 cm (dittico)

 

Carlo Alberto Rastelli, Coke for me, please, 2011, Olio, acrilici, foglia oro e rame su tela, 80×120 cm

www.carloalbertorastelli.com

The following two tabs change content below.
Classe 1986, Francesca risiede e lavora a Piacenza. Dopo essersi laureata al Dams di Bologna in Storia dell'Arte, si è diplomata in Comunicazione e Organizzazione per l'Arte Contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Collabora attualmente con l'artista piacentina Claudia Losi e scrive per alcune riviste d'arte online e giornali piacentini.

Ultimi post di Francesca Paola Comolli (vedi tutti)

Rispondi