Konrad Sprenger. Stack Music

foto Konrad Sprenger Stack Music li

foto Konrad Sprenger Stack Music liMercoledi 17 gennaio alle 22.00 Xing e ε eû (eu eu) presentano a Raum Stack Music, sound performance electro-euclidea del compositore Konrad Sprenger.

Stack Music è il nuovo lavoro di Konrad Sprenger pubblicato dall’etichetta Pan Records. Nella sua personale ricerca Sprenger si è misurato con i limiti degli strumenti tradizionali e delle tecniche a loro connesse, sviluppando una notevole esperienza nella costruzione di propri dispositivi, in origine meccanici e ora controllati digitalmente. La sua opera, composta da vari progetti dal vivo nel corso degli anni, si concentra su schemi ritmici processati attraverso l’utilizzo di una chitarra elettrica gestita da un computer in diffusione multicanale. Prendendo spunto dal folk americano, dai ritmi ossessivi techno, o da composizioni midi procedurali, il suono  della sua chitarra spazia all’interno di un complesso e stratificato caleidoscopio sonoro, cangiante e multiforme. Guidato da calcoli numerici euclidei e software generativi attuali, Sprenger crea traiettorie sonore improbabili ed instabili che ricordano molto da vicino gli esperimenti meccanici di modulazione su luce, spazio e movimento di Moholy-Nagy.

Konrad Sprenger è lo pseudonimo di Joerg Hiller, compositore, musicista e producer residente a Berlino. Ha fondato la label Choose, per la quale ha prodotto e partecipato a progetti di artisti come Ellen Fullman, Arnold Dreyblatt, Robert Ashley e Terry Fox. Ha collaborato con il collettivo multisciplinare di artisti Honey-Suckle Company. I suoi lavori sono stati presentati all’Hamburger Bahnhof, Berghain, Gallery Giti Nourbakhsch, Podewil, Schaubühne, Pavillon der Volksbühne, Berlin; Badischer Kunstverein, Karlsruhe; Kunsthalle, Baden-Baden; Frankfurter Kunstverein; Künstlerhaus Stuttgart; Kunsthalle Basel; MoMA PS1, New York; Cubitt Gallery, London; Sonar, Barcelona.

www.konradsprenger.com

ε eû, una ramificazione inversa dell’esperienza di Euphorbia, quella costellazione di organismi – droni elettronici, rumore bianco, strane melodie, frequenze basse – che una casa bolognese ha ospitato per tre stagioni di concerti dal 2014. Ora, con la cura di appuntamenti mensili a Raum, pur mantenendo la stessa radice, si libera da un preciso spazio fisico, intendendo scavalcare alcuni orizzonti sonori, cercando di contestualizzare l’ascolto in un’esperienza più ambientale che puramente fisica.

Col supporto di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Cheap On Board, Edizioni Zero.

Xing info

via Ca’ Selvatica 4/d – Bologna
tel 051.331099
info@xing.it www.xing.it
facebook.com/xing.it   twitter.com/liveartsweek

Date/Time
Date(s) - 17/01/2018
10 - 11

Location
Raum

Sto caricando la mappa ....
The following two tabs change content below.

Guest

Ultimi post di Guest (vedi tutti)

Rispondi