Giorgio Chinea Art Cabinet

cover

Ha da poco aperto Giorgio Chinea Art Cabinet uno spazio cabinet-vetrina nel cuore di Padova, al Caffè Pedrocchi. Abbiamo intervistato l’ideatore per conoscere i suoi progetti presenti e futuri…

Chi è Giorgio Chinea, fondatore e direttore di “Giorgio Chinea Art Cabinet”?
Giorgio Chinea, classe 1988, nato a Padova. Dopo una laurea triennale presso l’Università degli Studi di Padova al DAMS (percorso Storia dell’Arte), mi sono laureato nel 2012 con una tesi sulla body art femminile focalizzata sulla figura di Marina Abramović. Successivamente mi sono spostato a Milano, dove mi sono perfezionato con corsi sulle pratiche curatoriali e sul mercato dell’arte contemporanea. Dopo un’esperienza da curatore d’arte contemporanea indipendente ho deciso di aprire Art Cabinet.

Com’è nata l’idea di fondare uno spazio cabinet-vetrina dedicato all’arte contemporanea a Padova?
Nel 2014 ho iniziato a lavorare per TEDxPadova, la manifestazione no profit nata in America negli anni ’80. Di respiro internazionale, è incentrata sull’innovazione e sulle “idee che vale la pena condividere”. Il mio ruolo è quello di direttore artistico e art curator e ho proposto fin da subito una linea artistica ben precisa: la performance art. Dopo aver curato brillantemente tre edizioni (2014-2015-2016) ho proposto anche per questo prossimo evento TEDx (nella prossima primavera 2017) una performance art. Da questo lavoro ho preso lo spunto per proseguire la mia ricerca artistico-esistenziale verso una maggiore concretezza con l’apertura di una galleria d’ arte contemporanea che avesse un carattere ben preciso. Non ho scelto infatti uno spazio fisico chiuso, ma uno spazio nel cuore culturale della città di Padova che mi desse la possibilità di continuare la mia carriera di curatore indipendente, restando al passo con i tempi di un mercato dell’arte molto cambiato. Credo che un gallerista debba continuamente essere alla ricerca di nuove idee e nuovi artisti.

Come sta reagendo la città di Padova a questa nuova vetrina dedicata all’arte contemporanea?
Per Padova si tratta chiaramente di un’idea innovativa: la vetrina è una galleria-concept estremamente nuova, fresca, giovane, senza precedenti nella città, che ha accolto con grande calore questa novità con la presenza di quasi 500 persone all’inaugurazione avvenuta il 2 marzo scorso. Ho scelto di inaugurare la carriera di gallerista con un artista emergente del mio territorio, Alberto Bortoluzzi, erede di una dinastia di importanti paesaggisti veneti (Millo Bortoluzzi senior e junior). Nonostante la caratterizzazione di questa prima esperienza, non è assolutamente mia intenzione – almeno per il momento – focalizzarmi su artisti padovani o veneti. Infatti la ricerca continuerà a essere legata alla performance e ad artisti di richiamo internazionale.

Come nasce la collaborazione con Alberto Bortoluzzi?
La collaborazione nasce grazie a un’amicizia che si è andata rafforzando con il tempo e nata fortuitamente da una conoscenza in comune. Mentre lavoravo in una galleria per preparare una performance vidi arrivare il giovane artista Bortoluzzi con un’opera di suo bis-nonno Millo Bortoluzzi senior, che aveva appena restaurato. E decisi di conoscerlo e iniziare una collaborazione. Dopo la curatela di un open-studio con le opere di Bortoluzzi (ottobre 2016) e la presenza comune ad Arte Fiera di Padova, ho deciso di diventare il suo gallerista, con grande orgoglio considerato il nome che Bortoluzzi rappresenta nel territorio di Padova e Venezia.

Ci parli dei prossimi appuntamenti e progetti per il futuro.
Almeno per il momento l’accordo con il Caffè Pedrocchi è stagionale. Resterò con Bortoluzzi per tre mesi, fino a primavera inoltrata. Ad aprile curerò una performance di danza contemporanea dell’artista Giovanna Rovedo per TEDxPadova, e ad agosto inaugurerò la direzione artistica di TEDxCortina sperando di portare la performance anche nella “perla delle Dolomiti”. Infine, con grande orgoglio, essendo anche collezionista e amante delle opere di Laurina Paperina, grazie alla collaborazione con la galleria Studio d’Arte Raffaelli di Trento, a settembre porterò l’artista (Laurina Paperina) nella mia Art Cabinet.

Giorgio Chinea Art Cabinet
Vicolo Cappellato Pedrocchi, 35122 Padova PD, Italia

DSC_5284

Giorgio Chinea Art Cabinet

59592_FullSizeRender

Alberto Bortoluzzi, Topoi

IMG_1106

Giorgio Chinea e Alberto Bortoluzzi

oh-yeah-laurina-paperina-labrouge

Laurina Paperina

caffe-pedrocchi-gioiello-di-padovachi-lo-invento-francesco-da-rovetta_e5b99f74-e561-11e5-813d-a0ded03a617d_998_397_big_story_detail

Padova, Caffè Pedrocchi

The following two tabs change content below.

Magdalini Tiamkaris

Rispondi