L’Immagine del Pensiero di Gian Alberto Farinella.

foto 2

PRINP Editoria d’Arte 2.0 pubblica un denso saggio di estetica che ripercorre correnti e tendenze filosofiche alla luce di una riflessione sull’immagine e sulla forma, scovando implicitamente risposte e stimoli per l’arte contemporanea…

foto 2

In copertina, una riproduzione di un acrilico di Pierluigi Pusole, attraverso la singolare mappatura di un arcipelago, parrebbe illustrare la propensione del testo alla ricostruzione di un panorama omogeneo in un complesso apparato di frammentarietà, citazioni e aforismi sparsi, apporti interdisciplinari, suggestioni e intuizioni dal mondo dell’arte, della letteratura, della poesia.
Gian Alberto Farinella, autore del testo “L’Immagine del Pensiero”, è docente di Estetica all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e si occupa di arte, musica e cinema. Curatore del volume Mainolfi. Fare il Proprio Volo ogni Giorno, pubblicato recentemente per lo stesso editore PRINP, collabora da anni con “La Stampa”.

cover_immagine_del_pensieroIntento di questa densa pubblicazione, presentata da Federico Vercellone, è una creativa e fruttifera destrutturazione della rete d’influenze e filiazioni dell’impianto metafisico occidentale. Le due parti, di cui il libro si compone, si riferiscono significativamente ad una logica del nichilismo – che muove dalla trasvalutazione di Nietzsche – e a una logica della sensazione – che individua nell’opera di Deleuze la chiara definizione di un dinamismo analitico, fecondo e inventivo. A partire dalla fenomenologia, l’apertura al continuo cambiamento della realtà e alle riformulazioni di finzione e illusione, ha agevolato la maturazione del distacco definitivo dalla rappresentazione naturalistica. Da parte delle pratiche estetiche avanguardistiche e contemporanee, l’appropriazione di un approccio strutturale delle modalità di percezione ha concesso d’indagare nuovi campi d’azione.
Da queste premesse, tramite un rinnovato punto di vista esperienziale e processuale, le arti non hanno più rappresentato un dominio esclusivo delle belle apparenze, bensì una forma di accrescimento del sensibile, una modalità di sperimentazione corporea, linguistica, sociale, relazionale. Possono insegnarci a vedere, udire e sentire diversamente, munendoci di un linguaggio tanto innovativo quanto autentico. Il loro speciale discorso custodisce una grammatica che non deve soltanto essere osservata, studiata e interpretata, ma che vuole essere parlata, divulgata, trasmessa, professata.
La trattazione di Farinella procede secondo un originale ed efficace metodo in equilibrio tra cronologia e analogia – da Baumgarten a Kant, da Heidegger a Merleau-Ponty, passando per Georges Bataille fino a Jean Baudrillard –, attingendo strumenti da varie discipline umanistiche e scientifiche e appoggiandosi a una struttura portante affidata alle note – informazioni puntuali che ci aiutano a rintracciare una serie di stimolanti percorsi paralleli e periferici.

foto 1Come la linea descritta da Gilles Deleuze nelle pagine dedicate all’arte nomade in Millepiani, l’incedere stesso della scrittura di Farinella compie l’arduo tentativo d’ideare e insegnare senza delimitare e senza circoscrivere contorni: non produce senso muovendosi linearmente da un punto all’altro, ma passa intuitivamente attraverso le tappe. La linearità prodotta riproduce una sorta di vettore mutante, senza interno ed esterno, senza inizio né fine: è continuamente variabile, astratta, perfettamente adattabile ai cambiamenti del mondo e dell’uomo!

Gian Alberto Farinella
L’Immagine del Pensiero
PRINP Editoria d’Arte 2.0 – 2013
Presentazione di Federico Vercellone
Pagine: 204 – Prezzo: 22.00 €
www.prinp.com

The following two tabs change content below.
Ivan Fassio (Asti, 1979), scrittore, performer, critico d'arte, curatore, organizzatore di manifestazioni letterarie. Il suo primo libro, "Fuori fuoco", è stato pubblicato per le Edizioni Smasher con una prefazione di Ezio Gribaudo. Ha ideato, insieme al compositore Diego Razza, la performance d'interazione poeticomusicale "Mystic Gallery Show". Cura, insieme a Fabrizio Bonci, la rassegna multidisciplinare "Oblom Poesia".

Rispondi