Premio Maretti

PONTRELLI

Il vincitore della IV edizione del Premio Maretti – Valerio Riva Memorial, ospitato quest’anno negli spazi del museo  Pan – Palazzo delle Arti di Napoli, è Eugenio Tibaldi presentato dalla curatrice Sabrina Vedovotto. La mostra sarà visibile dal 2 marzo al 14 aprile 2013.
Il premio si svolge ogni due anni in una sede museale diversa. L’edizione del 2011 si è tenuta al Museo Pecci di Prato.

tibaldi

Eugenio Tibaldi, Licola Popoup, 2013, colori acrilici su cartone.
 

La giuria, presieduta da Raffaele Gavarro, ha visto impegnati come giurati Laura Cherubini, Adriana Polveroni ed Eugenio Viola, vincitore insieme a Giuseppe Stampone della scorsa edizione.
Eugenio Tibaldi, l’artista vincitore, nato ad Alba nel 1977, e residente a Napoli ormai da molti anni, ha sviluppato una cifra stilistica inconfondibile, caratterizzata dal rapporto tra arte, urbanistica e architettura.
Una ricerca che si concentra sulle marginalità e sulle periferie anarcoidi dell’hinterland napoletano che l’opera selezionata dal premio rappresenta in maniera emblematica.

BARUCHELLO

Gianfranco Baruchello, More news in a moment, 2010, assemblaggio in scatola di legno con vetro
 

Il Premio Maretti, dal 2011 sotto la direzione di Raffaele Gavarro e unico dedicato ad artisti over 35 anni, stabilisce una stretta relazione tra i curatori selezionatori e gli artisti. L’artista vincitore condivide la vittoria con il curatore, e in coppia seguono la realizzazione della monografia, che costituisce il premio in palio. I curatori, scelti in partenza da Gavarro, hanno una chiara responsabilità critica, che si esercita nella scelta e nella motivazione e da cui appunto dipende in parte la stessa vittoria finale.
Altra costante dell’identità del Premio Maretti è l’omaggio a un illustre artista italiano del recente passato, riproposto all’attenzione del pubblico. Quest’anno l’omaggio è rivolto a un grande artista da poco purtroppo scomparso, Gino Marotta, di cui la Galleria Nazionale Moderna di Roma chiude in questi giorni l’importante mostra antologica.

PONTRELLI

Gioacchino Pontrelli, Paesaggio caduto, 2013, tecnica mista materiali vari
 

In questa IV edizione è presente un altro artista ospite, il cubano Lazaro Saavedra, vincitore dell’edizione speciale del Premio Maretti a Cuba, tenuta sotto il patrocinio dell’Ambasciata Italiana presso Centro Wifredo Lam a L’Avana in occasione della XV Semana de la Cultura Italiana en Cuba lo scorso novembre.
I cinque curatori, che hanno selezionato quattro artisti ognuno, sono stati:
  Claudio Libero Pisano, con Bruna Esposito, Loredana Longo, Eva Marisaldi, Liliana Moro; Adriana Rispoli con Francesco Carone, Flavio Favelli, Piero Golia, Marinella Senatore; Antonello Tolve con Bianco-Valente, Botto & Bruno, Valerio Rocco Orlando, Marco Raparelli; Sabrina Vedovotto con Domenico Mangano, Gioacchino Pontrelli, Alice Schivardi, Eugenio Tibaldi; Giacomo Zaza con Gianfranco Baruchello, Nicola Carrino, Hidetoshi Nagasawa, Grazia Varisco.

VARISCOGrazia Varisco, Quadri comunicanti, 2008, installazione composta da 5 elementi rettangoli

 

The following two tabs change content below.
Giusy Lauriola è un’artista visiva che vive e lavora a Roma. Nel corso del suo percorso artistico ha indagato questioni pubbliche, come la guerra in Iraq, sottolineando temi come l'indifferenza al dolore degli altri, i bisogni indotti e il potere della pubblicità. Come strumento di lavoro utilizza la fotografia rielaborata, contaminata dalla pittura e stampata su plexiglas. Per mantenere viva la sua passione ha iniziato l'attività di giornalista come collaboratrice per Julietartmagazine e per Romasettimanale.

Ultimi post di Giusy Lauriola (vedi tutti)

Rispondi