Spela Volcic

spela-cover

Il camouflage è una tecnica grazie a cui alcuni animali, ma anche alcune piante o persone, dissimulano sè stesse, confondendosi con l’ambiente circostante. Le sue ragioni possono essere diverse, così come le sue forme, ma l’intento rimane sempre lo stesso: essere meno riconoscibili possibile. Meccanismo essenziale alla caccia e alla guerra, camuffandosi la preda si prende gioco del predatore, in un inganno che non è mai definitivo, ma serve invece a guadagnare abbastanza tempo per poter sfuggire al pericolo. Il camouflage sembra essere dunque una strategia per insinuare l’incertezza, per mettere in dubbio un dato visivo che sembra invece certo.

Allo stesso modo le fotografie di Spela Volcic giocano con lo sguardo dello spettatore, invitandolo a diffidare dei suoi stessi occhi. Sia che si tratti della serie Fuscum Subnigrum, che ritrae nella loro grandiosità barocca bouquet di fiori artificiali, sia per la serie In Absentia, che documenta paesaggi svuotati da ogni presenza umana, quello che è dentro la cornice si discosta dalle certezze di una prima occhiata. Ogni immagine richiede il tempo necessario a sciogliere un inganno continuamente rinegoziato tra chi guarda e chi è guardato, in una tensione che ricalca quella tra la preda e il suo predatore. Testo: Irene Rossini. www.spelavolcic.net

The following two tabs change content below.
Juliet Art Magazine is a contemporary art magazine

Ultimi post di julietartmagazine (vedi tutti)

Rispondi