Vocazione e Progetto di Edoardo Di Mauro. Storia e Attualità della Critica d’Arte

edoardo di mauro

La riappropriazione delle ragioni di rivoluzioni e reazioni culturali sarà utile a delineare con sapienza un orizzonte di possibilità in cui progettare attivamente e responsabilmente il futuro: un’importante testimonianza sulla funzione della critica d’arte in una recente pubblicazione di PRINP…Nell’attuale momento storico, il ruolo della critica come disciplina fondante per le scelte del sistema dell’arte contemporanea è entrato in crisi. La necessità di un’incidenza attiva all’interno dei vigenti modelli espositivi, curatoriali, organizzativi e didattici può essere rintracciata nella stessa etimologia del termine. Criticare, come giudicare, implica una componente di coraggio, una forma attiva di comunicazione di decisioni, opzioni, affinità elettive. D’altro canto, la stessa vocazione, necessaria all’esercizio del proprio sapere e alla conseguente dichiarazione delle proprie volontà, si radica nel concetto di chiamata, intesa come spinta e canalizzazione di energie intellettuali verso finalità esplicitanti e progettuali.
Critico, curatore e promotore culturale, Edoardo Di Mauro è docente di Storia e Metodologia della Critica d’Arte e di Teoria e Metodologia del Contemporaneo presso l’Accademia Albertina di Torino. Come direttore artistico del Museo d’Arte Urbana di Torino e curatore della BAM (Biennale d’Arte Moderna e Contemporanea del Piemonte) si occupa di realtà e manifestazioni in controtendenza rispetto al sistema globalizzato dominante, per l’attenzione prioritaria riservata al territorio. Queste esperienze professionali sono spontaneamente confluite in una trattazione delineata come un vero e proprio excursus sulla genesi e sull’evoluzione della critica, dall’antichità fino alla situazione odierna. L’esposizione è declinata secondo una formula che rivela l’esigenza di leggere la storia all’interno di una dinamica visione contemporanea. La riappropriazione dei movimenti ciclici, delle rivoluzioni e delle reazioni culturali, del valore di tradizione e avanguardia sarà utile a definire con sapienza un orizzonte di possibilità in cui agire consapevolmente.

Le teorie estetiche antiche, scaturite dalla dicotomia tra l’estetica di Platone e il sofismo di Gorgia; la misura rinascimentale rintracciabile negli scritti di Leon Battista Alberti e nelle Vite di Giorgio Vasari; il concetto Settecentesco di autonomia dell’arte; l’indispensabile insegnamento di Lionello Venturi; la riproducibilità tecnica problematizzata da Walter Benjamin; le pratiche di messa in discussione della società dello spettacolo da parte di Guy Debord; il postmodernismo Statunitense; il dibattito sulle ultime Biennali di Venezia di Luca Beatrice, Vittorio Sgarbi, Massimiliano Gioni; le recenti pubblicazioni di Massimo Melotti, Pierluigi Sacco, Adriana Polveroni: sono soltanto alcuni degli argomenti affrontanti nel testo, immersi in un dettato aperto alla complessa situazione contemporanea. Come se si trattasse di una via da percorrere, ognuno dei temi trattati muove verso una soluzione plausibile, verso una prospettiva di scelta attiva e responsabile…

Edoardo Di Mauro
Vocazione e Progetto. Storia e Attualità della Critica d’Arte
PRINP – Editoria d’Arte 2.0
Pagine: 126
Formato: 15 x 22 cm
Data di pubblicazione: 08-03-2013
Testi di: Edoardo Di Mauro
editing, impaginazione e design di Federica Biasio
Lingua: Italiano
Copertina: Copertina Morbida Lucida
Prezzo libro cartaceo: 22.00 €
http://www.prinp.com/

edoardo di mauro

Edoardo Di Mauro

The following two tabs change content below.
Ivan Fassio (Asti, 1979), scrittore, performer, critico d'arte, curatore, organizzatore di manifestazioni letterarie. Il suo primo libro, "Fuori fuoco", è stato pubblicato per le Edizioni Smasher con una prefazione di Ezio Gribaudo. Ha ideato, insieme al compositore Diego Razza, la performance d'interazione poeticomusicale "Mystic Gallery Show". Cura, insieme a Fabrizio Bonci, la rassegna multidisciplinare "Oblom Poesia".

Rispondi